Matteo Zamperin

Matteo Zamperin
Matteo Zamperin
Nato il 15 Agosto 1987 a CastelfrancoVeneto (Treviso). Inizia lo studio della danza Moderna e Contemporanea con Debora Ferrato presso “Step Accademia di Danza” di Padova.

Poco dopo passa allo studio della tecnica Classica presso “Il Balletto di Castelfranco” diretta da Susanna Plaino seguito dal maestro Elias Garcia Herrera.
Grazie ad una borsa di studio offerta da Alicia Graff nel 2011 si trasferisce a New York con la possibilità di studiare presso “Alvin Ailey School” “Broadway Dance Centre” e “Steps on Broadway”. Successivamente ha la possibilità di studiare tecnica Classica a Kaiserslautern (Francoforte) con la compagnia stabile del teatro diretta da Stefano Giannetti. Nel 2014-2015 ritorna alla danza contemporanea partecipando al “MASA dance journey program” in Israele presso la “Kibbutz Contemporary Dance Company” . A seguito di questa esperienza è stato invitato a masterclass con le compagnie “ Vertigo Dance Company” in Israele diretta da Noa Wertheim e “Danish Dance Theatre” in Danimarca diretto da Tim Rushton perfezionando la tecnica Contemporanea attraverso tecniche come Contact Improvisation, Gaga e Floor Work. Nel 2015 apre un suo progetto coreografico “Keyhole Dance Project” che con lo spettacolo “Keyhole” nel 2016 si esibisce a Riyad in Arabia Saudita e prende parte al progetto di “La sfera danza” ”Lasciateci Sognare” a Padova. Insegna presso numerose scuole del Veneto ed è invitato come insegnante ospite a numerosi stage, le sue coreografie vincono numerosi premi in differenti concorsi di danza. Nel 2017 è coreografo per “Internation Ballet” a Budapest coreografando i ballerini dell’Opera di Budapest e coreografo e ballerino per la compagnia “Don’t Ask Why” diretta da Avery-Jai Andrews a Dallas in Texas . Sempre nel 2017 è insegnante ospite e coreografo anche per il Corso Avviamento Professionale “MP3 project” diretto da Michele Pogliani a Roma e a Udine.

ESPERIENZA

2016-2017
Contratto con “Emox Balletto” come solista nelle produzioni “Puccini, oltre la passione” “Maria Stuarda” e “Danse D’amour”